L'Orchestra Di Piazza Vittorio al lavoro con Bob Ezrin (Pink Floyd)

RSS
Recomendar

Out 7 2008, 11h55

L'Orchestra di Piazza Vittorio, il progetto musicale multietnico creato dall'ex Avion Travel Mario Tronco, è ins tudio di registrazione per lavorare al nuovo album. Il produttore che segue le fasi di registrazione è uno dei nomi più importanti della storia della musica, Bob Ezrin, che in passato ha lavorato con (tra gli altri) i Pink FLoyd per "The wall" e Lou Reed per "Berlin".
"Un giorno camminavo per Los Angeles pensando agli affari miei, ero un po 'fatto'. Ho sentito una voce che mi chiamava e sono entrato nella sala de festival in cui proiettavano il documentario realizzato da Agostino Ferrente. "Scherzi a parte, un amico mi ha detto: dobbiamo andare a vedere questo film, sono sicuro che ti piacerà. Dopo il film, quando l'orchestra si è messa a suonare il pubblico è andato fuori di testa e a Los Angeles è davvero incredibile perché la gente è sempre annoiata, snob fredda e invece ballavano tutti. Anche io ho ballato per tutto il tempo, c'era un'energia incredibile, volevo parlare con loro ma erano circondati, era impossibile. Allora sono uscito per comprare il disco, ne era rimasta una sola copia. Tempo dopo dissi a un amico che vive a Roma che avevo bisogno di lavorare con questa gente, ho trovato il contatto e abbiamo cominciato a parlarci".
Ezrin sta lavorando per rendere l'impatto live de L'Orchestra anche su disco: "Non è facile, intendiamoci, ci voleva una follia, e quindi un produttore pazzo come sono io, allora abbiamo deciso di provare i pezzi finchè non ci sembrano a posto, e poi li registriamo in diretta, tutti insieme, senza usare piste separate e sovrapposizioni, e in più registriamo col pubblico, per creare un facsimile di quello che l'orchestra rende dal vivo".
Oltre al nuovo disco L'Orchestra Di Piazza Vittorio ha in cantiere la produzione di una versione speciale del "Flauto magico" di Mozart che inaugurerà l'anno prossimo il festival "RomaEuropa": "E' rivoluzionario, una cosa mai sentita. E soprattutto questa è un'ottima cosa da esportare per voi italiani, perché anche se l'amalgama è il frutto di tante singole personalità, alla fine il senso generale è molto italiano, si sente questa joie de vivre che è tutta vostra". (Fonte: La Repubblica)

Comentários

Ver todos os comentários
Deixe um comentário. Faça login na Last.fm ou cadastre-se agora (é gratuito).